Convento di Santa Caterina

La Chiesa e il Convento di Santa Caterina compongono il più importante complesso monumentale di Finalborgo ed un contenitore culturale di eccezionale importanza. Attualmente ospitano, infatti, il Museo Archeologico, una Sala Congressi, l'Oratorio dei Disciplinanti riservato a Mostre ed Esposizioni. Il complesso è stato voluto, nel 1359, dai Marchesi del Carretto con l'obiettivo di dotare la famiglia di un'area sepolcrale monumentale, riaffermando al contempo il proprio prestigio e potere. La struttura era una specie di "zona franca" nel confronto sociale e politico del tempo, infatti, è stato risparmiato nel saccheggio del 1448. Tra il 1381 e il 1802 è stato occupato dai Domenicani, dal 1864 a circa il 1964 è stato usato come carcere e gli edifici sono stati adeguati alla nuova funzione d’uso.