IL MUSEO ERMITAGE A SAN PIETROBURGO

Roberta/ Dicembre 19, 2019/ EUROPA, LE FOTO PIÙ BELLE DI GETCOO Travel/ 0 comments

Il MUSEO STATALE ERMITAGE a San Pietroburgo, meglio conosciuto come Ermitage o Hermitage è tra i musei d’arte più visitati al mondo.
Complimenti a Elsie per il bellissimo scatto che abbiamo selezionato come foto della settimana!

Hermitage Museum - Ermitage

L’edificio che oggi ospita il MUSEO ERMITAGE si trova lungo il fiume Neva e fu per due secoli (fino alla Rivoluzione d’Ottobre del 1917) la reggia imperiale degli zar Romanov. Si tratta più precisamente di un complesso architettonico costituito da più palazzi edificati tra il XVIII e XIX secolo: il PALAZZO D’INVERNO (1754-1762), il PICCOLO ERMITAGE (1764-1769), il GRANDE ERMITAGE (1771-1787), il NUOVO ERMITAGE (1842-1851)e il TEATRO DELL’ERMITAGE (1783-1787). A questi si aggiungono gli spazi espositivi allestiti presso il Palazzo dello Stato Maggiore, il Palazzo Menshikov, Il Museo della Porcellana, la Reggia di Strelna e il deposito di Staraja Derevnia.

# IL PALAZZO D’INVERNO

Il PALAZZO D’INVERNO, in stile barocco, fu costruito tra 1754 e 1762 su progetto dell’architetto italiano Bartolomeo Rastrelli come residenza imperiale della zarina Elisabetta di Russia. Il completamento avvenne però solo dopo la sua morte. Mentre l’esterno è rimasto pressoché invariato, gli interni sono stati modificati più volte, fino alla ricostruzione avvenuta nel 1837 in seguito ad un tremendo incendio a palazzo.

# CATERINA LA GRANDE

Piccolo Ermitage

La nascita del museo però si deve a CATERINA LA GRANDE, amante e collezionista d’arte.
La potente imperatrice di Russia nel 1764 ordinò la costruzione di un piccolo edificio accanto al Palazzo d’Inverno, il PICCOLO ERMITAGE o PETIT ERMITAGE. Come suggerisce il nome (dal latino eremita), era un luogo appartato in cui amava circondarsi delle numerosissime opere d’arte che acquistò.
Anche i suoi successori contribuirono ad arricchire la collezione con donazioni e nuovi acquisti, tanto che fu necessario costruire gli altri edifici sopracitati.

# LA COLLEZIONE DELL’ERMITAGE

Sebbene l’ingresso era riservato a pochi, nel 1852 l’Ermitage diventò il primo museo pubblico cittadino.
Nel corso del XX secolo il governo sovietico decise di vendere a musei occidentali alcuni pezzi per ricavarne liquidità. Nonostante questo, l’Ermitage rimane oggi uno dei più importanti musei al mondo, con una collezione che comprende oltre 3 MILIONI DI OPERE. Solamente una piccola parte, circa 60.000 pezzi, è esposta nelle meravigliose sale del museo.

Una visita al Museo Ermitage consente di ripercorrere tutta la storia dell’uomo, dall’Età della Pietra al XX secolo, con sale dedicate all’arte egizia, greca, alle tribù primitive della Siberia e all’arte Russa. Sono celebri le collezioni dedicate all’arte dell’Europa Occidentale, con importanti opere di artisti italiani come Leonardo da Vinci, Raffaello, Tiziano.

Una curiosità riguarda i gatti che si aggirano nelle sale del museo. Furono introdotti dall’imperatrice Elisabetta per contrastare i topi e difendere il patrimonio del museo dai morsi dei roditori.

Il biglietto d’ingresso all’Ermitage costa 700 rubli (10 € circa). Il 7 dicembre invece, per celebrare l’anniversario di inaugurazione del museo, l’ingresso è gratuito invece,

Please follow and like us:

Commenti

comments

Share this Post

About Roberta

Co-founder di GETCOO, ama l'arte, la storia dell'arte e viaggiare tra i borghi e le città d'arte. In GetCOO Travel è Cultural Heritage Expert.

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*
*