FRIDA KAHLO E ARTE MESSICANA: #mexicofrida A BOLOGNA

Roberta/ Gennaio 27, 2017/ Approved by GetCOO/ 0 comments

Siete in gita in Emilia e vi chiedete cosa vedere a Bologna?

La COOer Maddalena ha visitato la mostra  a Palazzo Albergati dedicata all’Arte Messicana del XX secolo in cui spiccano le opere di Frida Kahlo e di Diego Rivera.
Uno spunto per trascorrere piacevolmente qualche ora all’insegna della bellezza e ammirare una tra le più importanti collezioni d’arte Messicana del secolo scorso.

Frida Kahlo e arte messicana: #mexicofrida a Bologna

Frida Kahlo e arte messicana: #mexicofrida a Bologna

  • Che cosa ti ha spinto a visitare l’esposizione a Palazzo Albergati “La Collezione Gelman: arte messicana del XX secolo”?

Sono un’amante dell’arte e in generale cerco di visitare le mostre organizzate soprattutto nella mia regione, l’Emilia Romagna.
Frida Kahlo è un personaggio che mi ha sempre affascinato. La sua vita è stata struggente, ma la sua grande forza e determinazione le hanno permesso di trasformare le sue gioie e, soprattutto, i suoi dolori in grandissimi capolavori. Ammirare i suoi quadri è sempre una grande emozione. Inoltre sapevo che erano presenti opere di Diego Rivera, il marito di Frida Kahlo, ed ero curiosa di vederle anche per approfondire il loro tormentato rapporto.

GetCOO Frida Kahlo portrait

Frida Kahlo e arte messicana: #mexicofrida a Bologna

  • Che cosa hai apprezzato di più della mostra a Bologna?

L’esposizione di Palazzo Albergati è un’emozionante ed originale racconto sulla rinascita dell’arte messicana del Novecento. Le audioguide (comprese nel prezzo del biglietto) spiegano perfettamente il contesto storico nel quale si inseriscono le opere di Frida Kahlo, Rivera e di altri artisti messicani. Tutte molto interessanti. Notevole è anche la sala in cui sono esposti gli abiti di alta moda realizzati da grandi stilisti come Valentino o Gianfranco Ferrè, ispirati allo stile della pittrice.

Ciò che mi ha colpito di più è stata la sezione dedicata agli autoritratti di Frida Kahlo: immagini iconiche la cui angoscia diventa quasi palpabile. L’artista messicana è stata una grande biografa di sé stessa. La sua pittura comunica tutta la sofferenza che ha subito ma al tempo stesso un grande amore per la vita. I suoi quadri sono lo strumento per esprimere il suo linguaggio particolare, un linguaggio che fa emozionare.

Lo sguardo diretto e penetrante degli autoritratti di Frida Kahlo è lo stesso che si trova nelle fotografie in cui posò per grandi e importanti fotografi, come ad esempio Edward Weston. Queste sono parte integrante dell’allestimento di Palazzo Albergati, arricchendolo e completandolo insieme ai documentari sparsi lungo il percorso espositivo. Sono un elemento unico ed emozionante, che permette di entrare nella vita di Frida e Diego e che ho molto apprezzato.

GetCOO Frida Kahlo portrait

Frida Kahlo e arte messicana: #mexicofrida a Bologna

  • Quali suggerimenti daresti per chi andrà a vederla?                                                                

Consiglio assolutamente di visitare questa mostra, con la consapevolezza che non si tratta di un’esposizione monografica di Frida Kahlo ma di una raccolta corale di opere degli artisti protagonisti della rinascita messicana.
Non dimenticate di dare uno sguardo anche ai meravigliosi soffitti affrescati del Palazzo, ne vale la pena!

Consigli pratici: se non volete fare almeno un’ora di fila, prenotate il giorno e l’ora della visita acquistando i biglietti su Ticketone: il prezzo aumenterà di 1,50 €, ma vi risparmierete l’attesa al freddo! A proposito … se lasciate la giacca nel guardaroba portate con voi almeno una sciarpa, perché tra un piano e l’altro bisogna uscire all’esterno del palazzo!

Suggerirei di non recarsi alla mostra nei fine settimana: gli spazi di Palazzo Albergati non sono molto ampi e con la forte affluenza di visitatori tipica dei weekend, si rischierebbe di non godere totalmente delle opere.
Infine, il mio consiglio, questa volta più poetico, è di partecipare alla visione con occhi e cuore aperti. Non sono i classici quadri “belli”: se non si conosce la storia dei loro autori potrebbero anche non essere apprezzati, ma credo che basti un’osservazione appena più approfondita per innamorarsene. E come Frida Kahlo scrisse:

“ …per i grandi cuori
che muoiono nel corpo
ma che continuano a battere nel respiro della notte,
non ci sono canoni o bellezze regolari,
armonie esteriori,
ma tuoni e temporali devastanti
che portano ad illuminare un fiore,
nascosto,
di struggente bellezza.”

Frida Kahlo e arte messicana: COOer di GetCOO alla mostra #mexicofrida a Bologna

COOer di GetCOO alla mostra di Bologna

IDENTIKIT DELLA MOSTRA:

“La Collezione German: Arte Messicana del XX secolo”
con opere di: Frida Kahlo, Diego Rivera, RufinoTamayo, María Izquierdo, David Alfaro Siqueiros, Ángel Zárraga.

dal 29 novembre 2016 al 26 marzo 2017
Palazzo Albergati, via Saragozza 28, Bologna

http://www.palazzoalbergati.com/mostra-arte-messicana-frida-kahlo-diego-rivera-bologna/

http://www.ticketone.it/biglietti.html?affiliate=ITT&doc=artistPages%2Ftickets&fun=artist&action=tickets&erid=1771571&includeOnlybookable=false&x10=1&x11=gelman

Please follow and like us:

Commenti

comments

Share this Post

About Roberta

Da gennaio 2015 è Cultural Heritage Expert per l’applicazione GetCOO. Si occupa di implementazione della banca dati dei monumenti e collabora allo sviluppo generale del progetto.

Leave a Comment