COSA VEDERE A CESENA IN UN GIORNO

Roberta/ dicembre 3, 2018/ Approved by GetCOO, IN GIRO PER L'ITALIA

Oggi vi racconto cosa vedere a CESENA in un giorno, la città romagnola con una biblioteca che è stata dichiarata PATRIMONIO UNESCO

Situata nel cuore della Romagna lungo l’antica via Emilia, Cesena ha antiche origini e vanta inestimabili gioielli d’architettura civile e militare. La cittadina è bagnata dal fiume Savio e dista circa 30 km da RAVENNA e Forlì. Scopriamo cosa vedere in un giorno a Cesena con GetCOO Travel!

# Breve storia di Cesena

Cesena fu fondata molto probabilmente dagli Umbri tra il V e il IV secolo a.C. ma solo con i Romani diventò un villaggio durante il III secolo a.C.
Tra il ‘Duecento e il ‘Trecento si alternarono periodi di libertà comunale a anni di sottomissione alla Chiesa o ai signori locali, come gli Oderlaffi di Forlì (1333-1357). Nel 1377 Cesena entrò in guerra contro lo Stato Pontificio e fu completamente rasa al suolo dai bretoni, alleati papali.
Come l’araba fenice, la città rinacque dalle sue ceneri e grazie ai Malatesta (1378 – 1465) furono realizzate grandi opere architettoniche come la Rocca Malatestiana o la Biblioteca Malatestiana, nella lista delle cose da vedere a Cesena. Per una manciata di anni all’inizio del ‘500 la città fu capitale del Ducato di Romagna sotto il governo di Cesare Borgia per poi tornare sotto l’egemonia dello Stato Pontificio fino all’Unità d’Italia.
Purtroppo l’invasione napoleonica privò Cesena di numerosi edifici religiosi e le due guerre mondiali le inflissero un altro duro colpo.

# La Rocca Malatestiana di Cesena

cesena rocca malatestiana mastio e femmina GetCOO travel blog cosa vedere a cesena in un giorno

Il Mastio e il Palatium nella cittadella della Rocca Malatestiana

Durante il loro regno i Malatesta costruirono i più importanti monumenti visitabili ancora oggi a Cesena. Tra questi vi è senza dubbio la ROCCA MALATESTIANA, edificata sulle rovine della Rocca Vecchia (distrutta nel 1377 dai bretoni) per volere di Galeotto I Malatesta e completata nel 1477. Unisce i sistemi di fortificazione quattrocenteschi alle soluzioni difensive adottate con la diffusioni delle armi da fuoco. Nel 1502 Leonardo da Vinci fu incaricato da Cesere Borgia di ispezionare e migliorare le roccaforti del Ducato di Romagna da lui conquistato.

È situata sul colle Garampo e dal 1922 il PARCO DELLA RIMEMBRANZA la circonda, offrendo ai visitatori una piacevole passeggiata nel verde. Possenti mura delimitano la cittadella fortificata con il Mastio e il Palatium (o Femmina).
Allo scoccare di ogni ora parte una visita, parziale o totale. Io vi consiglio quella completa (9€): sarete condotti sugli spalti panoramici e nei camminamenti interni, entrerete nel Palatium, sede del Museo di Storia dell’Agricoltura, e nel Mastio. Qui sono esposte le Armi da Giostra e in epoca napoleonica sino al 1969 fu sede della prigione.

# Piazza del Popolo

Cesena Piazza del popolo cosa vedere a Cesena in un giorno GetCOO Travel blog

Piazza del Popolo a Cesena @getcootravel

La piazza principale di Cesena è PIAZZA DEL POPOLO, ben visibile anche dagli spalti panoramici della Rocca. In epoca romana qui passava la via Emilia, nel XV e nel XVI secolo durante il carnevale vi aveva luogo la Giostra d’Incontro (le armi e i costumi originali sono conservati nel Mastio della Rocca). Dal XVII secolo qua si svolge la fiera di San Giovanni, patrono della città. Verso la fine del XIX fu demolito il quartiere di Chiesanuova e la piazza fu così privata di un lato. Qui si affacciano alcune abitazioni, la chiesa barocca di Sant’Anna e Gioacchino, il Palazzo Comunale e la Rocchetta di Piazza sormontata dalla Loggetta Veneziana.

Cesena Piazza del Popolo e Fontana Masini GetCOO travel cosa vedere a Cesena in un giorno

Fontana Masini in Piazza del Popolo @getcootravel

# La Fontana Masini

Al centro di piazza del Popolo a Cesena si trova La FONTANA MASINI, tra i principali simboli della città. Fu progettata dall’architetto Francesco Masini e realizzata da Domenico Di Montevecchio in pietra d’Istria tra il 1586 e il 1590.
I cesenati amano moltissimo la fontana e, secondo una leggenda, la sua costruzione destó tanta invidia nelle città limitrofe che al povero Masini amputarono entrambe le braccia. In ogni prospetto è scolpito uno stemma araldico; tra questi, a nord c’è quello di papa Sisto V sovrapposto all’insegna della città, negli altri lati stemmi di vescovi e cardinali. Il restauro del 2010 l’ha portata all’antico splendore.

Cesena Fontana Masini GetCOO travel cosa vedere a Cesena in un giorno

La Fontana Masini @getcootravel

# La Biblioteca Malatestiana Patrimonio Unesco

Cosa vedere a Cesena assolutamente? Senza alcun dubbio la BIBLIOTECA MALATESTIANA, il primo bene culturale italiano inserito nel 2005 nel Registro della Memoria del Mondo dallUnesco. La lista raccoglie beni documentari peculiari per la storia dell’umanità. Quella di Cesena è infatti una biblioteca monastica umanistica giunta intatta nell’edificio, negli arredi e nella dotazione libraria.
Nel XV secolo Domenico Malatesta signore di Cesena, accolse la richiesta dei frati Francescani di edificare una nuova biblioteca nel convento per custodire i preziosi codici manoscritti che aumentavano costantemente. Sebbene Malatesta fosse il promotore della nuova istituzione, non si limitò a raccogliere volumi secondo il suo gusto personale, ma volle una raccolta “enclicopedica”, di interesse per l’intera comunità monastica.

Biblioteca_malatestiana,_sala nuti cosa vedere a cesena in un giorno getcoo travel blog

Sala Nuti

Il progetto fu affidato a Matteo Nuti da Fano. Tra il 1447 e il 1452 la nuova aula poteva dirsi pronta e nel 1454, dopo due circa anni impiegati per la sistemazione dei volumi, la sala del Nuti aprì al pubblico. Sebbene fosse gestita dai frati, la Malatestiana fu la prima biblioteca civica d’Italia. Qui sono conservati poco meno di 250 mila volumi, tra cui preziosi incunaboli (287), cinquecentine (4000 circa) e manoscritti (1753).
Il bel portale di Agostino di Duccio è sormontato dal timpano che reca lo stemma dei Malatesta, un elefante indiano. La sala, che ricorda un impianto basilicale, è suddivisa in tre navate, due laterali con volta a crociera e una centrale con volta a botte. La luce filtra dalle finestrelle laterali e la mancanza di illuminazione elettrica consente una migliore conservazione dei volumi e dei 58 banchi in legno.
I colori impiegati simboleggiano le tre virtù teologali e al contempo richiamano le tinte dello stemma malatestiano: il bianco delle colonne (fede), il rosso delle mattonelle in cotto (carità) e il verde dell’intonaco (speranza).
Ogni giorno sono organizzate visite guidate per accedere alla Malatestiana Antica. Il biglietto di 5 euro consente l’accesso alla sala Nuti, all’esposizione permanente dei corali del XV secolo, alla Biblioteca Piana, alla Pinacoteca Comunale e al Museo Archeologico.

# Cos’altro vedere a Cesena?

Durante la visita a Cesena non dimenticate di fare una sosta al PALAZZO DEL RIDOTTO sul Corso Mazzini sulla cui facciata troneggia la statua di papa Pio VI. Qui ha sede la Galleria Comunale d’Arte. Ci sono poi la CATTEDRALE DI SAN GIOVANNI BATTISTA e la CHIESA DI SAN DOMENICO a due passi da Piazza del Popolo. La BARRIERA CAVOUR era il nuovo ingresso cittadino progettato da Davide Angeli nel XIX secolo in seguito alla demolizione dell’antica Porta Cervese. É costituito da due padiglioni neoclassici con fregi e lesene doriche e fino a inizio del ‘Novecento vi era un cancello in ferro. Questo è oggi posto all’entrata dei GIARDINI PUBBLICI.

Chiesa di San Domenico cosa vedere a Cesena in un giorno Getcoo Travel blog

Chiesa di San Domenico

Io vi ho consigliato cosa vedere a Cesena in un giorno. Voi non dimenticate di visitare la città con l’ausilio di GetCOO Travel: con una foto scoprirete la storia dei monumenti anche in questa città romagnola!

 

 

 

Please follow and like us:

Commenti

comments

Share this Post

About Roberta

Da gennaio 2015 è Cultural Heritage Expert per l’applicazione GetCOO. Si occupa di implementazione della banca dati dei monumenti e collabora allo sviluppo generale del progetto.